Articoli


L'irreversibilità del fenomeno percettivo

Autore: Corrado Malanga
Tipo: Articoli
Data: Gennaio 2004
Visite: 1010

Il punto cruciale per la comprensione dell’universo che ci circonda è rappresentato, da Galileo in poi, dall’osservazione del fenomeno fisico. Non dobbiamo, però, dimenticare che la comprensione dei fenomeni fisici dipende innanzitutto dalla descrizione che ne fa il testimone. Se ne deve dedurre, quindi, che il testimone di un evento OVNI (Oggetto Volante Non Identificato) è e rimane il punto chiave di tutta l’indagine sugli OVNI stessi. Quando uno o più testimoni dicono di essere stati in presenza di un fenomeno di probabile natura OVNI, dichiarano di aver visto qualcosa che potrebbe, in linea di principio, essere di estrema utilità, allo studioso del fenomeno, per tentare di carpirne l’intima essenza.

È a questo punto che scatta, purtroppo, la visione dello scettico o di chi non crede che si debba perdere tempo nell’analisi dei fenomeni OVNI. Chi afferma di aver visto un OVNI viene, nella migliore delle ipotesi, deriso. Il testimone non avrebbe visto che un fenomeno che non ha saputo identificare o, ancora peggio, avrebbe assistito ad un fenomeno, percependolo in modo diverso dalla sua intrinseca natura ed essendo, di conseguenza, fuorviato dalle conclusioni corrette sull’accaduto. In altre parole, il testimone sarebbe stato ingannato dai suoi sensi...

[ continua... ]



Quanto conosci gli argomenti trattati?

  • Per niente
  • Ne ho sentito parlare
  • Ho letto qualcosa
  • Mi sono informato
  • Mi tengo aggiornato
  • Sono un appassionato
  • Ci sono dentro
  • Ci lavoro

Pagina Facebook

Gruppo Facebook

ufomachinerevolutions.org - ufomachinerevolutions@ipself.it - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.