Ricerche


Combustione umana spontanea e possibili correlazioni con il fenomeno abduction

Autore: Corrado Malanga
Tipo: Ricerche
Data: Febbraio 2005
Visite: 1105

L'obiettivo di questo lavoro che conclude un’appassionante quanto difficile ricerca, è quello di fornire una specifica chiave di lettura ad uno dei fenomeni e misteri più inquietanti di sempre e tutto sommato meno noto: la Combustione Umana Spontanea (SHC, Spontaneous Human Combustion). L'intento non è quello di dare una risposta certa ma di fornire nuovi elementi per una diversa interpretazione che correli lo studio di questo fenomeno allo studio dei rapimenti alieni. La ricerca in questo campo infatti ha fornito conoscenze ed informazioni tali da consentire un confronto ed un’analisi tra fenomeni e misteri apparentemente dissimili ma che a nostro avviso hanno una matrice comune: l’attività parassita di almeno una forma di vita extraterrestre nei confronti di quei soggetti umani vittime della cosiddetta Sindrome da Abduction. Ma andiamo con ordine.

In chimica la combustione spontanea è definita come un particolare fenomeno di combustione che avviene senza l'applicazione diretta di una fiamma o di una fonte di calore esterna, ma a causa di autoriscaldamento, reazione ipergolica o reazione piroforica. Quando l’oggetto della combustione è un corpo umano abbiamo uno dei fenomeni fisici più sconcertanti che si possano immaginare. Le caratteristiche infatti della SHC sembrano sfuggire a facili spiegazioni e lasciano aperti molti interrogativi sui meccanismi di attivazione e sulle modalità con cui si attuano. Come si vedrà infatti le facili spiegazioni fornite finora non appaiono né convincenti, né esaustive.

In quasi tutti i casi noti la combustione parte dall'interno del corpo umano, all'altezza del plesso solare o dell’addome lasciando perfettamente intatte le estremità superiori e inferiori.

In alcuni casi il calore sembrerebbe essere focalizzato nella testa, ma generalmente sono le parti a maggior contenuto di grassi ad essere più facilmente riconosciute come "l'epicentro" della combustione. Una stranezza ricorrente poi è costituita dal fatto che non solo gli oggetti (mobili, suppellettili, tessuti, etc.) posti nelle immediate vicinanze del povero malcapitato rimangono intatti, ma addirittura i vestiti indossati a conferma dell'origine interna e non esterna del calore...

[ continua... ]



Cosa vorresti di più in questo sito?

  • Altri articoli e ricerche
  • Nuovi autori
  • Nuovi argomenti
  • Una sezione con le interviste
  • Una sezione con le testimonianze
  • Trascrizioni di sedute di ipnosi
  • Materiale audio
  • Materiale video

Pagina Facebook

Gruppo Facebook

ufomachinerevolutions.org - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.