Ricerche


Fulmini globulari e mutilazioni animali

Autore: Corrado Malanga
Tipo: Ricerche
Data: Gennaio 2000
Visite: 1793

Il fenomeno dei fulmini globulari è stato sovente correlato alle problematiche UFO sia per screditare questi ultimi sia per sostenerne l’esistenza. Poco è stato scritto, comunque, su questo argomento, tranne un mio articolo comparso qualche anno fa su di una rivista specializzata, dove si metteva in evidenza il fatto che i fulmini globulari assomigliavano ad UFO, viste le decine di testimonianze e di statistiche alla mano, mentre, d’altra parte, tutti gli sforzi di trovare, per questi fenomeni, una spiegazione scientifica diversa da quella extraterrestre era rimasta una vera e propria chimera.

I fulmini globulari non potevano essere riprodotti in laboratorio ed i calcoli fisici fatti su modelli matematici davano risultati spropositati per l’energia e le dimensioni che questi strani fenomeni avrebbero dovuto possedere per essere considerati solo ed esclusivamente fulmini.
Il sottoscritto si trovò, qualche anno fa, a discuterne con l’allora direttore del CICAP, professor Ferluga, in diretta televisiva su RAI2...

[ continua... ]



Cosa miglioreresti in questo sito?

  • Grafica
  • Testo
  • Menu
  • Immagini
  • Collegamenti
  • Navigazione
  • Contenuti
  • Mi piace così com'è

Ultimi post dal Forum

23 set 2018 ore 18:49
Il Forum è morto. Viva il Forum!
di Luke
in Annunci

16 set 2018 ore 09:53
Cerchio Firenze 77
di Luke
in Filosofia e spiritualità

21 ago 2018 ore 11:18
David Wilcock e Corey Goode
di Luke
in Informazione e disinformazione

01 ago 2018 ore 09:18
Sogno psicologico. Mi aiutate a capire?
di Luke
in Mondo onirico

25 giu 2018 ore 10:59
Costruzione casalinga dell'Antenna Zamperini
di Luke
in Energie sottili

Pagina Facebook

Gruppo Facebook

ufomachinerevolutions.org - ufomachinerevolutions@ipself.it - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.