Articoli


La portaerei Italia

Autore: Corrado Malanga
Tipo: Articoli
Data: Giugno 2000
Visite: 2347

L'Italia ospita, sul suo territorio, una serie di installazioni militari americane e della NATO. Ad eccezione delle basi che vengono sempre nominate dai telegiornali, in quanto teatro di operazioni belliche statunitensi in Europa, delle altre si sa poco. Nessuno ne parla e si ha l'impressione che il Governo non voglia pubblicizzare eccessivamente la presenza dei nostri maggiori alleati sul suolo italiano.

Da una parte convenzioni internazionali ci obbligano de facto ad ospitare basi a stelle e strisce, ma d'altra parte, alcuni eventi politici accaduti negli ultimi anni hanno portato l'opinione pubblica a non vedere di buon occhio tale presenza militare. Basti ricordare la di testate nucleari situate, durante gli anni della guerra fredda, presso Livorno Darby), in Friuli (Aviano) ed in Lombardia (Ghedi, presso Brescia). I militari americani, nel 1993, erano circa 15.000, in gran parte dislocati a Camp Ederle, Camp Darby, Napoli, Sigonella e S. Vito dei Normanni. Si presume che negli ultimi anni il loro numero sia aumentato, ma non se ne conosce la reale quantità e questo già mi appare estremamente grave! Nel 1998 fonti americane riferivano della presenza, in Italia, di 25/30 nucleari, ma negli anni 60/70 il numero era salito a ben 550!

[ continua... ]

Scarica il documento completo:
Corrado Malanga - La portaerei Italia



Cosa pensi del fenomeno abduction?

  • E' impossibile
  • Non esiste
  • Non ci credo
  • Mi sembra improbabile
  • E' possibile
  • Ci sono le prove
  • E' tutto vero
  • Ci ho avuto a che fare

Pagina Facebook

Gruppo Facebook

ufomachinerevolutions.org - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.