Testimonianze


Senza memoria: l'interferenza dell'Uomo Primo

Autore: Anonimo
Tipo: Testimonianze
Data: Ottobre 2010
Visite: 3628

Una vita da addotto... il bagaglio scomodo che molte persone si portano dietro in segreto tra il vivere della vita comune. Molti “sogni strani”, incubi ad occhi aperti, volti di esseri non umani che disturbano e inquietano, tanto da farti nascere la paura della semplice assenza di luce... il comune e banale buio. Il bagaglio cresce negli anni e la tua “stranezza” si fa sentire sempre di più, insieme alla tua sensibilità. Molte paure, molte insicurezze che poi si tramutano per sopravvivenza in voli pindarici di estrema forza.

La vita di un addotto è emotivamente segnata in modo indelebile, tutto è una sequenza continua di ripide picchiate verso l'abisso seguite da imponenti e superbe risalite verso la vita, guizzi di libertà, flutti di volontà a volte sopita ma che resiste. Solito percorso per ognuno di noi, tante sofferenze fino a quando si ha il coraggio di affrontare la realtà, fino a quando ci si rende conto di essere dentro un problema che non si può aggirare ma che bisogna risolvere.

Ecco che si comincia un lungo percorso pieno di paura dove l'insidia maggiore è l'assenza di voglia di fare, la staticità in cui l'addotto si trova: posizione inerte di stimoli alla vita... non gli frega niente... quasi che la vita non fosse la sua. Man mano che le cose evolvono leggi centinaia di pagine di Corrado Malanga, un uomo che si è messo in gioco ma che pochi hanno la forza di seguire; ma perché dovremmo leggerci tutto quello che ha scritto se in fondo di tutto quello che succede non capiamo nulla e chiunque può disturbarci nel sonno e prelevarci dal nostro letto senza che nemmeno ce ne ricordiamo?

Ci ritroviamo spesso a confondere esseri luminosi (lux) con angeli custodi, e sei-dita con Gesù di Nazareth; ma a noi non importa, andiamo avanti lo stesso e la sera dormiamo con la luce accesa, con lampadine tascabili attaccate ai polsi, con telefonini, fotocamere e quant'altro a portata di mano.

Con grandi sforzi si comincia a lavorare nel modo giusto, arrivano le prime ancore ben riuscite e poi tante altre dove gli accaduti si ricostruiscono in modo preciso, scrupoloso, sotto l'occhio attento della tua mente. Si guadagna un po’ di terreno ed ecco risorgere un briciolo di volontà, quella cosa che senti dentro e che ti dice che quella condizione di non vita può essere eliminata, allontanata dalla tua persona.

Provi a fare i primi SIMBAD miseramente falliti, ma poi ci riprovi fino a quando ottieni i primi risultati, vedi la triade (composta di Mente, Spirito ed Anima) e tutti i soliti personaggi fino a quando dopo molto tempo di duro lavoro riesci a reagire ed Anima comincia a mandare via, pian piano, tutti i classici personaggi che non ci devono essere. I risultati arrivano, prima o dopo arrivano sempre, ma c'è qualcosa che non torna. Chi era quell'essere strano dagli occhi di cielo che appariva nei SIMBAD? E quell'uomo con la barba chi sarà mai?

[ continua... ]



Quanto conosci gli argomenti trattati?

  • Per niente
  • Ne ho sentito parlare
  • Ho letto qualcosa
  • Mi sono informato
  • Mi tengo aggiornato
  • Sono un appassionato
  • Ci sono dentro
  • Ci lavoro

Ultimi post dal Forum

23 set 2018 ore 18:49
Il Forum è morto. Viva il Forum!
di Luke
in Annunci

16 set 2018 ore 09:53
Cerchio Firenze 77
di Luke
in Filosofia e spiritualità

21 ago 2018 ore 11:18
David Wilcock e Corey Goode
di Luke
in Informazione e disinformazione

01 ago 2018 ore 09:18
Sogno psicologico. Mi aiutate a capire?
di Luke
in Mondo onirico

25 giu 2018 ore 10:59
Costruzione casalinga dell'Antenna Zamperini
di Luke
in Energie sottili

Pagina Facebook

Gruppo Facebook

ufomachinerevolutions.org - ufomachinerevolutions@ipself.it - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.