Testimonianze


Ritorno a riflettere sul problema abduction

Autore: Anonimo
Tipo: Testimonianze
Data: Novembre 2011
Visite: 4939

Ritorno a riflettere sul problema abduction, dopo tanto tempo dalla mia liberazione. Se prima il problema principale era la presenza degli alieni, ora sembrano essere le persone intorno a me che seguono come pecore qualsiasi cosa la società imponga, così capita che per essere coerente con me stessa devo andare contro corrente. Andare contro corrente significa cambiare direzione alle cose e io non ho sempre ben chiaro in testa dove sto andando, o dove vorrei andare, o quello che voglio, ma so solo che non voglio quella cosa li. E allora si crea un conflitto in me stessa oppure entro in conflitto con chi, il più delle volte senza neanche rendersene conto, si impone e mi obbliga a fare delle scelte. Non sono più cosi disponibile, né generosa nel dare il mio tempo, né compassionevole con chiunque, sono diventata un po' egoista e mi sento in diritto di esserlo, non mi arrabbio più quando non trovo un senso alle cose, né commento, perché molte semplicemente non ne hanno, se non quello di distrarci e tenerci occupati o preoccupati, giusto così che non ci restino spazi di silenzio in cui potremmo anche dar ascolto all'intuito, diventare intelligenti, ma di un'intelligenza diversa che non è di moda.

Essere liberi ha significato imparare a distinguere cosa è mio e cosa viene da altri, e decidere semplicemente di abbassare il volume o cambiare canale. E' solo questione di allenamento, come per le tutte le cose. Da addotta mi era impossibile fare questo. Ma ora posso farlo. E' un modo per uscire di scena per un momento e vedere i fatti come realmente sono dall'esterno. Questo non rende la vita più felice, ma semplifica i problemi. Non sono ancora però così stabile nel farlo, ho bisogno di mantenermi tranquilla, non arrivare ad essere troppo stanca, crearmi spazi vuoti all'interno della giornata in cui riposare la mente, rispettare certi limiti nella vita pratica e sociale che con il tempo spero si allarghino sempre di più. Difficilissimo in un contesto di vita come il nostro. Ho rinunciato alla televisione, uso internet con il contagocce, non mi perdo in troppe chiacchiere e stupidaggini e sto lontano dalle zizzanie. La mia testa è come una spugna, riceviamo informazioni in ogni istante, da ogni fonte e probabilmente il mio hard disk è pieno. Io non ci riesco a stare al passo con tutto questo vociare che le persone fanno, e neanche mi sforzo di farlo, proprio non ne vedo il motivo. Non mi sono più interessata al fenomeno alieno...

[ continua... ]



Cosa vorresti di più in questo sito?

  • Altri articoli e ricerche
  • Nuovi autori
  • Nuovi argomenti
  • Una sezione con le interviste
  • Una sezione con le testimonianze
  • Trascrizioni di sedute di ipnosi
  • Materiale audio
  • Materiale video

Pagina Facebook

Gruppo Facebook

ufomachinerevolutions.org - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.