Articoli


Benvenuti su UFOMachine Revolutions

Autore: UMR

Leonard Sersani

Il fenomeno delle interferenze aliene, più comunemente conosciuto con il termine “rapimenti alieni” o “abductions” (“rapimenti” in inglese), ha visto in questi anni diversi metodi di approccio da parte di studiosi e ricercatori di tutto il mondo come, ad esempio, John Mack (professore di psichiatria all’università di Harvard), Bud Hopkins, David Jakobs. In Italia Corrado Malanga, docente di chimica organica presso l’Università di Pisa, partendo dagli studi dei ricercatori d'oltre oceano ha portato avanti un lavoro unico nel suo genere con metodologie e risultati che non hanno eguali in nessuna parte del globo.

Mack, Hopkins, Jakobs e Malanga hanno in comune un elemento base spesso necessario per affrontare la ricerca in questo campo, l’ipnosi regressiva. Portare il soggetto in stato di trance ipnotica rappresenta ancora in molti casi l'unico modo (oggi si utilizzano anche altre tecniche) per poter ricostruire quelle esperienze di rapimento che altrimenti egli non ricorda, o che ricorda in modo vago, offuscato, spesso confondibile con esperienze oniriche come se l’alieno avesse la possibilità di cancellarlo dalla mente della vittima o, diversamente, di porla in condizioni di forte stordimento durante le fasi di rapimento.

Il sito Ufo Machine Revolutions si ispira alle ricerche di Mack, Hopkins, Jakobs, in particolare fa riferimento ai lavori di Corrado Malanga con il quale alcuni titolari di questo sito hanno attivamente collaborato fino all’anno 2011.

Ufo Machine Revolutions è un portale di raccolta e diffusione delle informazioni collegate alla realtà dei rapimenti alieni in Italia e nel mondo, un luogo in cui le persone che vivono esperienze insolite, per le quali esiste il sospetto di interferenza aliena, possano trovare il supporto di alcuni fra i maggiori esperti italiani (e non solo) in questo campo.

Gli strumenti di primo riscontro come il TRIAD (Test di Riscontro delle Interferenze Aliene Dirette) e le tecniche mentali auto-indotte o guidate per soluzione del problema che U.M.R. mette a disposizione rappresentano un aiuto concreto alle vittime di rapimenti alieni. La nostra ricerca si basa su un approccio quanto più scientifico possibile, su una metodica precisa di raccolta e di valutazione dati con una verifica incrociata, senza però rinunciare ad ipotesi di sviluppo di nuove teorie e senza preclusione nei confronti anche di discipline non strettamente scientifiche.

Questa apertura si rende necessaria, perché in questi anni di lavoro a stretto contatto con persone che subiscono le interferenze aliene ci siamo accorti che la scienza stretta non può fornire tutte le risposte, ma soprattutto, ed è quello che ci interessa, non può fornire soluzioni al problema. La “scoperta” di Anima come essenza divina assoluta di prerogativa esclusiva dell’essere umano e come unico vero elemento di interesse da parte degli alieni nei confronti dell’umanità ha ribaltato ogni precedente visione antropologica meccanicistica dell'uomo e del possibile rapporto fra uomo ed esseri non umani per introdurne una più introspettiva in cui l’inconscio, la psiche e quindi Anima assumono un ruolo centrale nell’esistenza.

La soluzione del problema delle interferenze aliene passa quindi, secondo noi, attraverso un processo di rieducazione mentale profonda al fine di eliminare quelle false convinzioni, quelle paure, quei dubbi che impediscono di raggiungere una piena conoscenza di se e degli alieni.

Le tecniche introspettive da noi sviluppate permettono un’auto osservazione per ridisegnare più fedelmente la mappa del proprio mondo interiore ed agire su di esso generando così un effetto definitivo su tutto il resto, perché la mente genera nel bene o nel male la realtà di ognuno.

 


Luciano Scognamiglio

Sono un programmatore e tecnico informatico, con la passione per i temi del mondo psichico e di quello sottile. Mi sono occupato del fenomeno abduction dal 2008 al 2011, impegnandomi come volontario a titolo gratuito e a tempo pieno per quattro anni.

Tra assistenza a distanza e sedute tecniche dal vivo di ipnosi e simulazioni mentali, ho operato attivamente sul campo con più di 2000 soggetti classificati come abdotti, e parallelamente raccogliendo e analizzando i dati provenienti dai casi trattati per elaborarli allo scopo di evidenziare i riscontri ottenuti e di trasformarli in nuove e migliori applicazioni pratiche per risoluzione del problema stesso. Grazie anche al gruppo di persone con cui ho collaborato, questo lavoro ha prodotto importanti e interessanti risultati, che hanno visto il tema abduction divulgarsi enormemente tramite articoli, interviste e conferenze, e gli abdotti stessi uscire più velocemente dal loro problema per aiutare gli altri a fare lo stesso.

Tuttavia, al termine di quei quattro anni di ininterrotto lavoro, ho sentito il bisogno di ridurre drasticamente il mio impegno nel settore per migliorarne la qualità rispetto alla quantità, e così approfittando di un periodo sfavorevole nel quale erano in atto campagne disinformatorie sul problema abduction e denigratorie nei confronti di noi che ce ne occupavamo, sono uscito di scena lasciando intendere che mi sarei ritirato dal campo. Con questa manovra ho avuto dal 2012 una finestra temporale di due anni e mezzo di tranquillità che mi ha dato modo di continuare indisturbato il mio lavoro, riducendo le sedute tecniche fino a terminarle per concentrarmi sull'assistenza alle persone, sulla ricerca e divulgazione dei temi trattati su questo sito e sul forum Conosci Te Stesso, e progettando i piani futuri, mentre le attenzioni dei nostri detrattori si spostavano finalmente altrove.

Come previsto, l’ambiente è andato rapidamente degenerandosi, fino ad uno stato di confusione e smarrimento totali da parte degli abdotti stessi e degli interessati al fenomeno abduction, un momento in cui si rende necessario il ritorno di un gruppo di lavoro serio e affidabile, che funga da punto di riferimento trasparente e che operi senza secondi fini e senza cedere alle tentazioni e alle meccaniche semplicistiche tipiche della sempre più dilagante new age, la quale sta stendendo ovunque il suo velo illusorio di irrazionalità incondizionata.

E così ritorna Ufo Machine, da sempre il più grande sito sul tema abduction, in una nuova rivoluzionaria veste: Ufo Machine Revolution, la nuova frontiera della ricerca in queso campo, con partecipazione aperta e libera a tutti, possibilità di pubblicare ogni tipo di lavoro sul tema centrale e sul vasto panorama di argomenti correlati che lo circonda, visibilità anche in anonimato agli abdotti che con le testimonianze sulle loro esperienze e sul loro percorso di risoluzione delle stesse saranno i veri protagonisti di tutto questo, e infine per la prima volta una divulgazione totale totale mediante l’apertura completa nel tempo dei nostri archivi multimediali composti da test autovalutativi, ricostruzioni grafiche, fotografie delle cicatrici, esami clinici con i microimpianti, e sedute di simulazioni mentali e di ipnosi.

Nuove idee, nuove metodologie d’indagine e nuove tecniche operative, hanno permesso la formazione di un nuovo gruppo di lavoro, l’evolversi del nostro approccio al problema abduction e della nostra interazione con le persone, e l’avvio del nuovo progetto Ufo Machine Revolution: imparando dal passato e lavorando nel presente, evolveremo e costruiremo insieme il futuro di questa ricerca.

Ufomachinerevolutions.org - info@ufomachinerevolutions.org - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia .