Ricerche


Divino o Divinamente Umano? I Colori nella pittura sacra

Autore: Eros Susca

Si può brevettare la "ruota"?
Non credo… perché patrimonio dell’umanità! Allo stesso modo non si può brevettare l’anima perché patrimonio dell’UOMO!
Scusate la cripticità delle parole ma se avrete pazienza e curiosità arriverete anche voi alla stessa mia conclusione!
Sin dagli albori della vita sulla Terra, l’Uomo ha avuto la necessità di esprimere se stesso!

Questa frase potrebbe sembrare scontata ma ha diversi e innumerevoli livelli di interpretazione.
La necessità di esprimersi nasce dalla necessità di conoscere se stesso, attraverso l’esteriorizzazione del SE ci si riconosce!
Questo è il destino dell’UOMO.
Dal punto di vista della pittura sacra mi ha sempre incuriosito una domanda: come mai questi colori?
Perché usare un blu anziché un rosso o un nero?
Perché l’aureola dei santi deve essere dorata?
E tonda?

Che razza di idea indicare un qualcosa di tondo dorato in testa!!!
Invece… mi addentrerò per un percorso in cui mi piacerebbe mi accompagnaste e che sicuramente valuterete interessante: un punto di vista, magari personale, ma che potrebbe rivedere alcuni criteri e abbattere alcuni muri fra le varie religioni sotto l’egida di pochi mattoni ma basilari per la costruzione del messaggio...

Ufomachinerevolutions.org - info@ufomachinerevolutions.org - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia .