Ricerche


La PNL nello studio delle interferenze aliene

Autore: Luciano Scognamiglio

E' opinione comune, nell'ambito dell'ufologia ma anche tra tutti coloro che credono all'esistenza di forme di vita extraterrestre, che le apparizioni degli UFO siano eventi non comuni, e che i contatti con gli esseri a bordo di essi siano eccezionalmente rari al punto da costituire pochi eclatanti casi studiati nella storia contenenti elementi inspiegabili e quasi irreali, destinati a morire insieme alle persone che li hanno vissuti.

Purtroppo la realtà è tutt'altra, ma prima di arrivare alle cifre è opportuno capire quali sono le interferenze aliene, e per farlo prenderò in prestito la famosa classificazione di Josef Allen Hynek, astronomo, astrofisico ed ufologo statunitense.

Questo ricercatore riconosceva quattro tipi di contatti possibili con forme di intelligenza aliena secondo quanto riportato da numerosi testimoni: l'incontro ravvicinato del primo tipo, ovvero l'avvistamento di uno o più UFO; l'incontro ravvicinato del secondo tipo, cioè l'osservazione di effetti fisici prodotti da un'attività ufologica; l'incontro ravvicinato del terzo tipo, ossia il contatto visivo con esseri viventi non terrestri in associazione con un avvistamento di UFO; ed infine l'incontro ravvicinato del quarto tipo, rappresentato dal rapimento di un soggetto ad opera di un UFO o dei suoi occupanti...

Ufomachinerevolutions.org - info@ufomachinerevolutions.org - All right reserved - Sito senza scopo di lucro - Contatta la redazione - Privacy & Cookies Policy

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia .